• 1
  • 2
  • 3
Prev Next

Veglia in Alpago per i migranti morti in…

Veglia in Alpago per i migranti morti in mare

Duecento persone lunedì 14 agosto sera hanno celebrato una fiaccolata in memoria dei migranti morti in mare camminando da Bastìa a Farra d’Alpago (Belluno), sulla riva del lago di Santa Croce, il secondo lago per estensione del Veneto. Un centinaio di migranti, quindi una buona parte di quelli attualmente presenti in provincia di Belluno, hanno accolto l’invito dell’Azione cattolica e...

Read more

Funerali sabato in Cattedrale per don Fr…

Funerali sabato in Cattedrale per don Francesco Soccol

Il Signore ieri, 2 agosto, ha chiamato a sé in maniera improvvisa, durante una giornata di ricreazione in montagna, don Francesco Soccol, parroco di Belluno-Cavarzano e di Belluno-Sargnano e vicario foraneo di Belluno. Affidiamo don Francesco a Cristo, buon Pastore, e nella preghiera, segnata dal dolore e dalla speranza, ricordiamo anche il fratello don Giorgio e la sorella Paola. Don...

Read more

A Lamon i cinquantesimi di ordinazione s…

A Lamon i cinquantesimi di ordinazione sacerdotale

Lo scorso 29 giugno la comunità lamonese si è riunita come ogni anno e questa volta non solo per festeggiare la ricorrenza del patrono, san Pietro apostolo, ma anche per ricordare il cinquantesimo anniversario di ordinazione dei sacerdoti diocesani ordinati nel 1967. Il 28 giugno - e proprio nel duomo del Sacro Cuore - erano stati ordinati don Liviano Bernardi,...

Read more

Istituto superiore di scienze religiose 1Dall’anno accademico 2017/2018 prende vita il nuovo istituto di scienze religiose «Giovanni Paolo I», promosso dalle diocesi di Belluno–Feltre, Treviso e Vittorio Veneto; la sede dei corsi sarà a Treviso con il polo di formazione con Fad (Frequenza sincrona a distanza) di Belluno. Una proposta nuova è quella di poter frequentare a Belluno in modalità Fad i corsi del biennio di specializzazione. Un punto di debolezza strutturale di Belluno è sempre stato, fin dall’erezione dell’Issr col nuovo ordinamento nel 2005, il fatto di prevedere solo i corsi del triennio e non il biennio specialistico, per cui chi voleva finire gli studi con la laurea magistrale (titolo oggi necessario per chiunque voglia insegnare nella scuola statale, ndr) doveva andare fuori provincia, cioè a Treviso, Padova, Venezia, Udine o Portogruaro. Il biennio non verrà attivato subito, ma dal settembre 2018; in quest’anno verrà messo a punto il tipo di specializzazione che sarà legata alla spiritualità della montagna e alla valorizzazione del territorio e dell’arte religiosa. «Il servizio che si vuol dare alla città e alla provincia è anche di stimolo culturale» scrive il segretario dell’istituto don Francesco Silvestri «perché crediamo che anche la teologia è un bene comune da condividere e far conoscere per la crescita culturale della popolazione, e al servizio dell’evangelizzazione».