Villa gregoriana Palus San Marco sfondo montagne«Il lavoro che vogliamo. Il lavoro che sarà»: far dialogare le istanze della società con quelle dell’economia politica e della finanza è l’obiettivo della due giorni di approfondimento, di dialogo e di confronto proposta dall’Ufficio per la pastorale sociale e il lavoro della diocesi di Belluno-Feltre a Palus San Marco (Villa gregoriana) sabato 2 e domenica 3 settembre. Due i relatori principali: Luca Grion, docente all’università di Udine e presidente del Centro studi «Jacques Maritain» e Daivde Girardi, dottore in sociologia e ricercatore della Fondazione Nordest. Grion è direttore della Scuola di politica ed etica sociale - Spes - promossa dall'Arcidiocesi di Udine in collaborazione con l'Ufficio nazionale per i problemi sociali e del lavoro della Conferenza episcopale italiana. Sposato e padre di tre bimbi, vive a Majano (Ud); al convegno interverrà sabato 2 settembre con due relazioni: alle 9.30 «Etica, economia e politica: la geometria spezzata» il titolo della prima cui seguirà, alle 11, «Ecologia integrale per un mondo che cambia». Davide Girardi prenderà la parola dapprima alle 16 per il tema «La quarta rivoluzione industriale: evoluzione dell’esistente o nuova fase?» e alle 17.45 per «Lavoro 4.0 - industria 4.0 e le implicazioni per i laboratori». La domenica è riservata, oltre che alla celebrazione eucaristica, a una tavola rotonda moderata da Stefano Perale sulle buone pratiche a proposito di un lavoro libero, creativo, partecipativo e solidale. I focus del convegno sono la svalorizzazione del lavoro a opera della finanza, il lavoro come luogo di relazione oltre che di produzione, i condizionamenti della digitalizzazione e della robotica sulle dinamiche future del lavoro… tutto questo sotto il cappello della quarta rivoluzione industriale, dopo quelle della macchina a vapore, dell’elettricità e del petrolio, dell’elettronica, delle comunicazioni e dell’informatica. Le iscrizioni sono già aperte presso il direttore dell’Ufficio don Mario Doriguzzi (0437.96.74.06), Urbano Bona (329.40.51.484) o la Colonia Villa gregoriana (0435.49.70.81). Chi desidera raggiungere la Villa gregoriana il venerdì sera deve comunicarlo al momento dell’iscrizione; le quote di iscrizione variano a seconda dell’età (gratis i bambini fino ai 5 anni) e se ci si porta o meno lenzuola e asciugamani. Le coppie con prole possono portare i figli, che saranno seguiti da alcuni giovani volontari. Clicca qui per scaricare il pieghevole.