Lamon cinquantesimo sacerdozio 3Lo scorso 29 giugno la comunità lamonese si è riunita come ogni anno e questa volta non solo per festeggiare la ricorrenza del patrono, san Pietro apostolo, ma anche per ricordare il cinquantesimo anniversario di ordinazione dei sacerdoti diocesani ordinati nel 1967. Il 28 giugno - e proprio nel duomo del Sacro Cuore - erano stati ordinati don Liviano Bernardi, don Pasquale Campigotto, attuale parroco di Seren, don Giorgio Pante, attualmente parroco di Villapaiera - Nemeggio e don Elio Fent (già cappellano di Lamon dal 1967 al 1970 e ora defunto). Nello stesso giorno venivano ordinati sacerdoti nella Cattedrale di Belluno don Paolo Cavallini, attuale parroco di Salce e don Gigetto De Bortoli, presidente del Centro italiano di solidarietà (Ceis) di Belluno. Don Pierluigi Larese, assistente religioso all’ospedale di Pieve di Cadore, veniva ordinato ad Auronzo il successivo mese di dicembre. Si è unito alla celebrazione il lamonese don Giuliano Todesco, missionario in Brasile che ha ricordato i 60 anni di sacerdozio e don Luciano Todesco i 10 anni. Altri sacerdoti si sono uniti a noi in segno di riconoscenza e di amicizia. È stata festeggiata inoltre suor Annamaria superiora della comunità delle suore di Maria Bambina, per i 50 anni di professione religiosa, e madre Maria Melchioretto, canossiana lamonese per i 60 anni. Nella chiesa hanno trovato posto fedeli delle parrocchie di Lamon e Sovramonte, e molti venuti da fuori, parenti e amici dei festeggiati; oltre alle autorità come il sindaco di Lamon Ornella Noventa, di Sovramonte Federico Dalla Torre, e di Feltre Paolo Perenzin. La celebrazione (nella foto, © Ugo Poletti), ben preparata e accompagnata dal coro parrocchiale con canti intonati alla circostanza e ben eseguiti, è stata presieduta dal Vescovo Renato Marangoni che ha espresso riconoscenza per l’attività pastorale svolta in questi anni dai festeggiati e apprezzamento per la terra lamonese così ricca di vocazioni sacerdotali e religiose.