Don SoccolIl Signore ieri, 2 agosto, ha chiamato a sé in maniera improvvisa, durante una giornata di ricreazione in montagna, don Francesco Soccol, parroco di Belluno-Cavarzano e di Belluno-Sargnano e vicario foraneo di Belluno. Affidiamo don Francesco a Cristo, buon Pastore, e nella preghiera, segnata dal dolore e dalla speranza, ricordiamo anche il fratello don Giorgio e la sorella Paola. Don Francesco, dopo l'attesa di oggi e domani nella chiesa di San Rocco in Auronzo, la sera di venerdì 4 sarà nella chiesa parrocchiale di Cavarzano dove alle 20.30 ci sarà la veglia di preghiera. Le esequie verranno celebrate nella Cattedrale di Belluno sabato 5 agosto, alle ore 10. Nel pomeriggio, alle ore 14.30 nella chiesa di Taibon Agordino ci sarà il rito di commiato al quale farà seguito la sepoltura nel locale cimitero. «Don Francesco, un fratello, un amico, un padre spirituale per tutti». Così il Vescovo di Belluno-Feltre Renato Marangoni ricorda don Soccol. «Era un uomo di incontro – prosegue il Vescovo –non c’è persona venuta in contatto con lui che non ne abbia percepito l’accoglienza, nello stile della pastorale che ci sta consegnando papa Francesco».