• 1
  • 2
  • 3
Prev Next

Marina Corradi a Belluno: i volti della …

Marina Corradi a Belluno: i volti della misericordia

La giornalista e scrittrice Marina Corradi sarà a Belluno il prossimo giovedì 6 ottobre alle ore 20.30, presso la sala «Muccin» del Centro congressi «Giovanni XXIII» in piazza Piloni, per un intervento pubblico sul tema «La bellezza dei volti della misericordia nelle persone che ho incontrato». Dopo aver operato come cronista al quotidiano del pomeriggio «La notte» di Milano, ha...

Read more

Ritiro spirituale del clero con don Davi…

Ritiro spirituale del clero con don Davide Caldirola

Giovedì 6 ottobre, al Centro «Papa Luciani», con inizio alle ore 9, si terrà il ritiro che apre l’anno pastorale del presbiterio diocesano e dei diaconi permanenti. Detterà le meditazioni don Davide Caldirola, parroco di Milano, noto quale autore di pubblicazioni sulla vita del prete e articoli su «Settimana». Don Caldirola firma i suoi articoli sulla vita del prete assieme...

Read more

In compagnia degli uomini di Dio. Un per…

In compagnia degli uomini di Dio. Un percorso all'Istituto superiore di scienze religiose

Si snoda tra settembre e gennaio il percorso di approfondimento culturale che l'Istituto superiore di scienze religiose di Belluno ha chiamato «Sulle spalle dei giganti. Uomini di Dio nostri contemporanei». Gli incontri si terranno in seminario a Belluno dalle 18 alle 19.30. Si comincia martedì 27 settembre con una presentazione di Bernard Haering, il redentorista che ha segnato il rinnovamento...

Read more

aleppo

Pregare per la salvezza di Aleppo. È questo l’invito che la Commissione Giustizia e Pace, insieme al Centro missionario e all’Ufficio per l’ecumenismo e il dialogo interreligioso, rivolgono alla comunità cristiana. Venerdì 7 ottobre alle 20.30 nella chiesa di san Rocco in Belluno si pregherà perché sia trovata una soluzione per evitare la distruzione completa della città e lo sterminio della popolazione civile.

Si può salvare Aleppo? È la domanda che dovrebbe tenere occupate le cancellerie e la diplomazia internazionale per trovare una risposta urgente, sul filo di un’intesa mai davvero cercata, ma sempre a portata di mano, ove lo si volesse davvero. Che cosa impedisce di salvare Aleppo? Dopo cinque anni di guerra e centinaia di migliaia di morti (c’è chi dice 270mila e chi dice il doppio), milioni di sfollati (circa sei milioni all’estero) e migliaia di dispersi, nelle carceri di Assa o nelle prigioni dell’Isis o dei vari gruppi ribelli, la Siria è un Paese sull’orlo dello sfacelo definitivo: molti oggi danno per inevitabile la spartizione del Paese e la fine di una lunga storia di convivenza tra popolazioni, culture e religioni diverse. Aleppo oggi rappresenta il cuore di questo disastro: Aleppo, crogiuolo di popoli, dove gli scampati dal genocidio degli Armeni trovarono rifugio, mentre il mondo, distratto dagli orrori della prima guerra mondiale, non aveva tempo per guardare.

Leggi tutto: In preghiera per la salvezza di Aleppo

Belluno vescovo Marangoni messa di ingresso 20Scarica il testo in .doc e in .pdf

Alle comunità parrocchiali della Chiesa di Belluno-Feltre,

in particolare ai presbiteri, ai Consigli pastorali,

a quanti sono chiamati a un servizio di progettazione e di animazione in parrocchia

 

In queste ultime settimane, a ridosso della stagione estiva, dopo il «passaggio di pastorale» dal vescovo Giuseppe - a cui va la nostra vivissima riconoscenza - e il nuovo vescovo Renato, il Consiglio pastorale diocesano, si è incontrato alzando lo sguardo sul cammino del prossimo anno pastorale 2016-2017. È stato così rinnovato l’impegno ad accompagnare la vita della comunità diocesana con l’attenzione a cogliere i passi futuri da condividere insieme. Ne è nato un testo di raccolta di alcune «cose necessarie» che tutte le comunità parrocchiali sono invitate ad accogliere, a fare proprie e a elaborare localmente. Nell’intento di favorire uno spirito di condivisione spirituale e pastorale sono stati elaborati quattro punti che consegniamo, dopo il dovuto discernimento fatto assieme al vescovo Renato e dopo aver consultato i responsabili degli Uffici diocesani di pastorale. Preme precisare che questi quattro punti nella forma di quattro domande non esauriscono la progettazione pastorale che dovrebbe avvenire sia a livello di parrocchie e sia, in via sussidiaria, a livello foraniale. La loro insistenza riguarda il clima da attivare e da condividere. Si tratta di una «intonazione» che auspichiamo diventi un terreno comune per le nostre parrocchie per «camminare insieme». Sono pensate a partire dagli orientamenti più generali della Chiesa italiana, delle consegne a essa di Papa Francesco e, soprattutto, sono in vista di ciò che matureremo nel cammino successivo dei prossimi anni, per primo il rinnovo degli organismi pastorali come espressione di una corresponsabilità e di una chiarificazione nell’azione pastorale. Cercheremo di sostenere e accompagnare, nel corso dell’anno, il cammino della nostra Chiesa con ulteriori strumenti che si rendessero necessari. Premettiamo al testo elaborato le parole che Papa Francesco ha rivolto ai delegati di tutte le Diocesi italiane nel Convegno nazionale tenuto a Firenze dal 9 al 13 novembre 2015.

 

 Raccogliamo e poniamo le nostre attese, le nostre fatiche, il nostro comune impegno «nella gioia del Vangelo». Il Signore Gesù, volto della misericordia del Padre, ci benedica!

 

1 luglio 2016

 

Il Consiglio pastorale diocesano - il Vescovo Renato

Leggi tutto: «Nella gioia del Vangelo». Gli Orientamenti pastorali per il 2016-2017

GOSALDO Veduta locSono pronti e a disposizione di chiunque visiterà in estate la diocesi di Belluno-Feltre i pieghevoli che riportano gli orari di tutte le celebrazioni eucaristiche festive e prefestive. Sono diffusi a cura dell’Ufficio diocesano per la pastorale del tempo libero, turismo e sport. Le due edizioni, una per l'Agordino, il Cadore, Cortina d'Ampezzo e Zoldo, la seconda per l'Alpago, il Nevegàl e il Feltrino, si aprono con il saluto del Vescovo Renato Marangoni, che invita a «uno sguardo verso l’Alto, per un sospiro di silenzio rivolto al Creatore, per il sussurro di una preghiera, per una fraternità condivisa nelle nostre celebrazioni in particolare nella Messa domenicale». Ancora il Vescovo sottolinea come «Siamo contenti di condividere il dono straordinario di queste montagne con quanti cercano momenti e spazi di ricarica fisica e interiore, con quanti sentono il bisogno di momenti di condivisione e di relazioni più serene e profonde. Il nostro saluto è anche il desiderio di un’amicizia che vorremmo condividere. Sentiamo che tutti voi che ci raggiungete e ci incontrate in queste nostre terre siete portatori di un dono. Il vostro tempo libero e le vostre attività di sport, di svago, di amicizia, di riposo si incontrano con il nostro impegno di ospitalità».

Sono riportati anche gli orari delle confessioni e l’invito a visitare il santuario del Nevegàl, la basilica-santuario dei santi Vittore e Corona (per il pieghevole della Valbelluna) e il Museo diocesano di arte sacra a Feltre.

Clicca qui per scaricare il pieghevole dedicato all'Agordino e al Cadore e qui per scaricare quello dedicato all'Alpago, al Nevegàl e al Feltrino.